Tutti dobbiamo stare attenti ai criptovirus!

I criptovirus, chiamati anche ransomware, sono dei virus molto pericolosi.

 

Essi criptano il contenuto del tuo computer Windows, rendendo tutti i tuoi file illeggibili ed inutilizzabili. Se il tuo computer fa parte di una rete, aziendale o casalinga, i criptovirus rendono illeggibile anche il contenuto di tutti gli altri dispositivi connessi sulla rete. Dopo aver criptato i file, i criptovirus ti chiedono di pagare un "riscatto" per decriptare i file, ma la maggior parte delle volte non è possibile recuperare i dati dopo il pagamento.

 

Email: il modo più classico per essere infettati.

I criptovirus arrivano come allegati ad email apparentemente non sospette, inviate ad esempio da uno spedizioniere, o da una banca, a volte da un conoscente. Qualche volta si capisce che l'email è fraudolenta, ma molto spesso no. Basta aprire il file allegato, che sembra essere un PDF, o un file di Word, o di Excel, e il danno è fatto.

 

E mentre vi chiedete perché non riuscite ad aprire il file, magari cliccandolo più volte perché sorpresi che non stia succedendo nulla, il criptovirus ha già reso illeggibili decine se non centinaia di file.

 

Il modo più antipatico per essere infettati: il collega distratto!

Il secondo modo per essere infettati è anche il più antipatico: voi siete bravi, attenti e diligenti, ma un vostro collega ha aperto un allegato che si è rivelato essere un criptovirus.

 

Avevate dei dati condivisi con lui, o con l'intera azienda, e quindi la sua infezione ha criptato tutte le cartelle condivise e tutti i dati aziendali!

 


Come proteggersi?

Innanzitutto fare tutti gli aggiornamenti Windows, utilizzare un antivirus e tenerlo aggiornato. Questo migliora molto la "resistenza passiva" agli attacchi. 

Ma nonostante queste azioni siano fondamentali, spesso gli antivirus non possono fare molto se siamo proprio noi ad avviare (in)volontariamente un criptovirus.

 

Per questo motivo è necessario prestare molta attenzione prima di aprire un allegato.

 

Come mettersi veramente al sicuro?

C'è solo un modo per essere veramente al sicuro dai criptovirus: fare il backup dei propri dati, soprattutto utilizzando un software che sappia intercettare il criptovirus.

 

In caso di infezione, avendo fatto il backup si possono recuperare tutti i dati alla data dell'ultimo salvataggio. Fare il backup tutti i giorni permette il recupero dei dati con perdite veramente minime, e riduce a qualche minuto il tempo di esecuzione del backup stesso.

 


VirtualMedia Group Srls

Via dell'Osteria, 27/B - 40050 Monterenzio BO - Tel 051 929783